Domenica 21 Ottobre si è svolto presso la nostra cantina il Convegno della settima edizione della Sagra della Malvasia organizzata dal Comune e dalla Pro Loco di Settimo San Pietro a cui hanno partecipato rappresentanti politici ed esperti del settore.

Siamo felici di aver dato il nostro contributo per la realizzazione di questo evento perche la Malvasia è sempre stato un simbolo di Settimo San Pietro, non solo un prodotto tipico: simbolo di ospitalità, amicizia e di grandi eventi. Attilio Deiana, nato a Settimo San Pietro dove risiede la nostra azienda, è stato il primo enologo della Sardegna, diplomato nella Regia Scuola Enologica di Cagliari nel 1908, a lui è stata dedicata anche una strada, e vediamo attraverso i suoi lavori il ruolo che questo vitigno ha sempre avuto nel nostro Paese.

Il titolo del convegno è: 'il Vitigno della Malvasia - Valorizzazione e sviluppo Futuro'. Ci sentiamo di dire che nel 1988 è stata riconosciuta la doc per la Malvasia di Cagliari; nei nostri sogni c’è il riconoscimento della sottozona. Un sogno che speriamo non rimanga nel cassetto. Se si vuole rivendicare questa specificità dobbiamo educare i produttori a dichiarare le superfici vitate. Purtroppo nel 2017 sono stati dichiarati solo 9hl su una superficie di 8,35 ettari. Da fonti Istat riportate dal Ministero delle politiche Agricole su scala regionale, si nota una diminuzione delle superfici vitate dai 382 ettari del 1982 ai 114 del 2010; le ultime fonti, invece, della produzione vivaistica di questo vitigno, sempre riportate dal MIPAF,  ci fanno ben sperare con un aumento quasi raddoppiato dalle 36.925 barbatelle del 2010 alle 60.771 del 2017.

A nostro parere quanto dichiarato è meno di quanto abbiamo dunque dovremmo fare una verifica e dichiarare le superfici giuste, solo così si potranno avere i numeri ed essere riconosciuti come tipicità.


Gallery: