Grazie al nostro importatore Panebianco che da tanti anni sta facendo conoscere i nostri vini nella grande mela e, fra i vini che rappresenta, ha proposto Karel per una degustazione, Susan H. Gordon ha fatto un articolo che è possibile leggere a questo link: Karel su Forbes

Il testo è ovviamente in inglese, qui la traduzione:

La Sardegna tramite l'uva da Vino di Monica, famosa per la sua ricchezza di antociani e rigorosamente nativa di questa isola scarsamente popolata che richiede un'attenzione meticolosa per essere definito vino di qualità. Tra le molte uve in questa zona con questo nome, "quello che viene considerato" il vero "Monica" è caratterizzato da grandi foglie, imballati (peso medio di 450 grammi )... Scrive Ian D'Agata in "Native Wine Grapes of Italy." Ferruccio Deiana 2014 è vinoso, con acidità e calore che si bilanciano. Bacche scure selvatiche e acide e mentolo che danno quel qualcosa di menta: forse il mirto densamente profumato, completo di bacche blu scuro di cui è nota la regione dove vengono usate nelle cucine locali per cucinare piatti di carne. Un'altra possibile fonte possono essere i venti di fine anno che attraversano l'Italia arrivando dal deserto del Sahara e per proteggere le vigne si piantano alberi di eucalipto molto spessi e autosufficienti.